certificazione CAPM

La certificazione CAPM®: tutte le informazioni sul nuovo programma d’esame

da | Dic 6, 2023 | 0 commenti

La certificazione CAPM® è una credenziale professionale rilasciata dal Project Management Institute (PMI). Rientra tra le certificazioni di tipo “entry-level”, particolarmente indicata per chi aspira a diventare un project manager e a costruire una carriera nella gestione dei progetti.

Arricchire il curriculum con una certificazione CAPM®, significa attestare il possesso delle conoscenze necessarie per contribuire in modo significativo alla gestione efficace dei progetti. È una competenza valutata positivamente dai recruiter in quanto garanzia dell’impatto positivo del tuo lavoro sulla qualità dei progetti e racconta delle tue competenze nella gestione delle risorse, come tempi e budget.

Essendo rilasciata da un ente di certificazione globale, è riconosciuta a livello internazionale, in quanto stabilisce un linguaggio comune e standardizzato per la gestione dei progetti.

Non a caso, nella classifica elaborata da Entrepreneur, la credenziale CAPM® si posiziona al primo posto tra le 9 migliori certificazioni professionali da acquisire, seguita dalla certificazione PMP®.certificazione CAPM

L’aggiornamento del programma d’esame 2023

Il PMI, in linea con la rapida evoluzione delle metodologie e delle tecniche per la gestione dei progetti, nel luglio del 2023 ha aggiornato il programma d’esame della CAPM®. L’aggiornamento ha come obiettivo quello di garantire che i detentori della certificazione siano adeguatamente preparati per affrontare le sfide che caratterizzano l’ambiente professionale odierno.

L’aggiornamento è frutto di uno studio globale attraverso cui sono state condotte approfondite ricerche di mercato e un’analisi delle mansioni attualmente svolte dei project manager nel mondo. Sono stati così rintracciati una serie di cambiamenti intervenuti negli ultimi anni sulle competenze richieste ai PM e sulle attività che quotidianamente sono chiamati a svolgere nel ruolo di responsabili dei progetti.

Il PMI si impegna a garantire che le sue certificazioni soddisfino le esigenze e le aspettative del mercato e offrano valore sia agli individui che alle organizzazioni, pertanto le nuove tendenze sono state tradotte in un’integrazione al programma d’esame, che è stato rivisto includendo i seguenti nuovi concetti teorici:

  • i framework agile
  • le tecniche di business analysis
  • le metodologie predittive

Diversamente da quanto molti credono, l’aggiornamento del programma di studio non è una diretta conseguenza della pubblicazione della nuova edizione del PMBOK. Come dichiarato dallo stesso PMI, la struttura del programma d’esame non replica i contenuti del PMBOK settima edizione. Il gruppo di lavoro che ha elaborato il nuovo ECO (Examination Content Outline), ha operato con l’obiettivo di includere nel programma le best practice del settore e non necessariamente i concetti riportati nel PMBOK. È questa la ragione per cui un corso di formazione finalizzato alla preparazione per l’esame di certificazione CAPM®, che sia adeguatamente strutturato, non replica esattamente la struttura del PMBOK, ma affronta nel dettaglio tutti concetti inclusi nell’ECO.

La nuova formulazione del programma d’esame CAPM®, prevede una suddivisione in quattro domini:

  1. Project Management Fundamentals and Core Concepts
  2. Predictive, Plan-Based Methodologies
  3. Agile Frameworks/Methodologies
  4. Business Analysis Frameworks

La tabella che segue identifica la percentuale di domande sottoposte in sede d’esame appartenenti a ciascun dominio:

certificazione CAPM

Esaminiamone gli obiettivi di ciascuno.

Project Management Fundamentals and Core Concepts

  1. Dimostrare una comprensione dei vari cicli di vita e processi del progetto
  2. Dimostrare una comprensione della pianificazione della gestione dei progetti
  3. Dimostrare una comprensione dei ruoli e delle responsabilità del progetto
  4. Determinare come seguire ed eseguire strategie o framework definiti
  5. Dimostrare una comprensione degli strumenti e delle tecniche per la risoluzione dei problemi

Predictive, Plan-Based Methodologies

  1. Sapere quando è opportuno utilizzare un approccio predittivo basato su un piano
  2. Dimostrare la comprensione di un programma di pianificazione
  3. Saper documentare le attività di controllo sul progetto

Agile Frameworks/Methodologies

  1. Sapere quando è opportuno utilizzare un approccio adattivo
  2. Determinare come pianificare le iterazioni del progetto
  3. Saper documentare i controlli per un progetto adattivo
  4. Conoscere i componenti di un piano adattivo
  5. Saper pianificare ed eseguire le fasi della gestione delle attività

Business Analysis Frameworks

  1. Dimostrare una comprensione dei ruoli e delle responsabilità tipiche della business analysis
  2. Conoscere i metodi per la comunicazione con gli stakeholder
  3. Abilità nella raccolta dei requisiti
  4. Dimostrare una comprensione della roadmap di prodotto
  5. Determinare come le metodologie di progetto influenzano i processi di analisi
  6. Validare i requisiti attraverso la consegna del prodotto

Per un approfondimento sui contenuti teorici dei vari domini, consigliamo la lettura del nuovo ECO.

La prova d’esame per la certificazione CAPM®

Prima di iniziare formalmente la prova d’esame, al candidato viene mostrato un tutorial, seguito da un sondaggio, entrambi facoltativi, che richiedono dai 5 ai 15 minuti per essere completati. A seguire, sarà possibile iniziare l’esame. Le domande sono in totale 150, di queste 15 sono di pre-test e non sono conteggiate ai fini della valutazione. Il tempo a disposizione per completare la prova è di 3 ore ed è concessa una breve pausa di 10 minuti dopo aver risposto alle prime 75 domande.

Con l’entrata in vigore del nuovo programma d’esame, sono state introdotte anche nuove tipologie di domande. Alle note domande a risposta multipla, si sono aggiunti quesiti di tipo hot spot (o anche hot area), drag-and-drop e domande che includono un video o un fumetto.

Domande hot spot e hot area

certificazione CAPM

Viene presentato uno scenario con relativa immagine. In base a quanto descritto nello scenario, al candidato sarà chiesto di cliccare su una specifica area dell’immagine per rispondere correttamente alla domanda. Se la domanda è di tipo hot spot, l’area scelta dal candidato verrà contrassegnata con una “x”. Nel caso di una domanda hot area, il candidato potrà evidenziare non un punto ma una specifica area dell’immagine.

Domande drag-and-drop

certificazione CAPM

Al candidato sono mostrate due colonne contenenti una serie di elementi. In base allo scenario descritto nella domanda, si dovranno abbinare le caselle di sinistra con quelle di destra trascinandole con il mouse.

Video animato

certificazione CAPM

Altra novità introdotta, sono le domande con video animato, sottoposte solo nel caso in cui la prova d’esame si svolga in presenza. Anche in questo caso, sulla base dello scenario descritto, al candidato verrà presentata una domanda a risposta multipla.

Fumetto

certificazione CAPM

In questo caso, vengono mostrate a video delle vignette che raccontano lo scenario e forniscono informazioni rilevanti per il candidato, che dovrà scegliere la risposta corretta tra una serie di opzioni possibili.

E se non dovessi superare l’esame al primo tentativo?

È possibile sostenere l’esame fino a tre volte nell’arco del periodo di idoneità di un anno. Esauriti i tentativi, si dovrà attendere un anno prima di poter riprogrammare una nuova sessione d’esame.

Per dubbi e chiarimenti sull’aggiornamento dell’esame di certificazione CAPM® o sul nostro corso di preparazione, puoi scrivere in chat ai nostri tutor o inviare una richiesta qui.

A presto!

certificazione CAPM

About Antonia Chiocchi
Laureata in Economia, appassionata di project management e nuove tecnologie. Antonia è trainer BE Formazione per i corsi Agile e fa parte del team per la trasformazione digitale di BE Innovazione. Il suo background formativo, unito all’esperienza professionale maturata nel mondo dell’industria 4.0, le consentono di analizzare i progetti da un punto di vista di fattibilità economica e strategica. Fermamente convinta dell’importanza della formazione, è esperta di progettazione e sviluppo di materiale didattico. É Accredited Trainer APMG per la certificazione Agile Business Consortium Scrum Master.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Accesso
Fai il login per accedere ai tuoi corsi
Password dimenticata?
Inserisci la tua email o il tuo username, ti invieremo una nuova password